abisso/cielo

E’ dal punto più basso che queste montagne nascono, circa 45milioni di anni fa da una collisione tra placche continentali, provocando, l’inizio dell’orogenesi Alpina, ovvero il sollevamento delle Alpi. Questo sollevamento ha interessato anche gli antichi fondali marini che, per questo, oggi troviamo anche ad alte quote. Questa spinta, trauma, cambio di paradigma, ha cambiato la ragione d’essere di queste montagne un tempo solo strati di massi calcarei in fondo agli oceani. Il fallimento si insinua nelle zone d’ombra dell’errore, del ripensamento, dell’inconcludenza, della disillusione e a volte, come massima espressione, della psicosi.Questo superamento può avvenire solo attraverso una scossa, un cambiamento, Il fallimento è la condizione necessaria al moto del pensiero poiché lo mina nelle sue certezze e lo potenzia insinuando il dubbio e l’inquietudine. Una spinta vitale. Una paura infondata , per il solo fatto che l’inconscio registra ogni fallimento e lo archivia, tenendo in superficie solo l’insegnamento che ne si può trarre. Il problema peggiore del fallimento nell’epoca flessibile, (o liquida secondo Bauman) è l’assenza di una narrazione dentro la quale inserire la propria “sconfitta”. L’illusione di questo idillio ci consegna un individualismo sfrenato che smantella il senso di comunità in cerca di competizione continua.

Il ritorno alla natura è un monito per ritrovare la capacità di osservare il paesaggio, Prendere un respiro e ricevere per osmosi la capacità d’adattamento di queste montagne.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.